Il mio workflow con Photoshop Lightroom 6/CC: selezione, valutazione e confronto foto

adobe-photoshop-lightroom-cc

Selezionare, valutare e confrontare le foto importate nel catalogo di Lightroom rappresenta il passo successivo all’importazione: semplicità e praticità sono gli elementi determinanti. Continua a leggere

Annunci

Come Replicare l’Aspetto dei Controlli Immagine Nikon in Lightroom

Fotografo Nikon? Sì, dico a te! Conosci da poco Adobe Lightroom, e provieni da programmi quali Nikon View NX2 e Nikon Capture NX2? Se la risposta è sì, allora quanto sto per dirti potrebbe interessarti.

Una delle cose a cui probabilmente Nikon ci ha abituati maggiormente, e alla quale anche il nostro occhio si è abituata, è quasi certamente la resa cromatica offerta dai Controlli Immagine (Nikon.) Tuttavia, se usi Adobe Lightroom avrai anche scoperto che i Picture Control non sono più compatibili in quanto interpretati esclusivamente dai programmi Nikon.

Una volta aperta la foto in Lightroom, infatti, questa apparirà diversa dall’anteprima visualizzata da fotocamera: questo è un fatto del tutto normale in quanto esclusivamente i programmi Nikon sono capaci d’interpretare un Picture Control.

Controllo-Immagine-Profilo-fotocameraOggi, ti darò un suggerimento che potrebbe cambiare radicalmente il tuo approccio a Adobe Lightroom.

Sapevi che in Adobe Lightroom sono contenuti dei Profili fotocamera?

Questi profili tentano di replicare l’aspetto dei colori del produttore della fotocamera con specifiche impostazioni. Se preferisci la resa cromatica tipica Nikon allora devi utilizzare i profili Camera Matching.

I nomi dei profili Camera Matching contengono il prefisso “Camera” seguito dal nome del corrispettivo Controllo Immagine.

NL Neutro Vs Camera Neutral
LS Landscape Vs Camera Landscape
PT Ritratto Vs Camera Portrait
VI Saturo Vs Camera Vivid
SD Standard Vs Camera Standard

In questo modo si può accelerare il processo di modifica della foto al pari di quant’eri abituato a fare con i Picture Control, e puoi applicare un Profilo fotocamera anche direttamente in fase d’importazione delle foto attraverso un Predefinito utente.

Ovviamente, la corrispondenza cromatica è intesa senza alcuna modifica al Picture Control.

Il mio workflow con Lightroom: archiviazione delle foto

Questo articolo potrebbe essere obsoleto in quanto inerente Photoshop Lightroom 4 ed è stato aggiornato da Il mio Workflow con Photoshop Lightroom 6/CC: Importazione delle Foto nel Catalogo.

L’archiviazione delle foto rappresenta l’ultimo passo del workflow con Adobe Lightroom, finalizzata anche alla creazione di una seconda copia di Backup della Libreria fotografica.

Con il passaggio a Nikon D800, e una risoluzione di 36MP, si è reso necessario passare a un sistema di archiviazione esterno. Per l’archiviazione delle foto ho predisposto, e opportunamente suddiviso, due dischi “WD My Passport for Mac” USB 3.0 da 2TB.

Il primo disco è suddiviso in due partizioni: 1.5 TB “Photographs” che contiene la Libreria fotografica, e 500 GB “Lightroom Catalog Backup” per avere una seconda copia del Catalogo di Lightroom. Allo stesso modo anche il secondo disco è suddiviso in due partizioni: 1.5 TB “Photographs Backup” che contiene una seconda copia della Libreria fotografica, mentre la seconda partizione da 500 GB “Time Machine” è destinata a Time Machine (Mac) per il Backup automatico del contenuto del disco interno del MacBook Pro.

DISCO 1: 1.5 TB Photographs, 500 GB Lightroom Catalog BackupDISCO 2: 1.5 TB Photographs Backup, 500 GB Time Machine

Archiviazione-delle-foto-My-Adobe-Lightroom-Workflow

Trasferire le foto su disco esterno

Semplice. Per prima cosa con il comando aggiungi cartella… crea una nuova cartella all’interno del disco esterno. Nel mio caso ho creato una cartella “Originals” all’interno della partizione Photographs, è poi mia abitudine archiviare le foto al suo interno suddivise per anno. In seguito, una volta riconosciuto il disco esterno (comparirà nel pannello Cartelle) seleziona e trascina manualmente le cartelle contenenti le foto all’interno del disco esterno.

Il processo di trasferimento delle foto secondo il quantitativo di foto da trasferire può richiedere diverso tempo.

Lightroom-Cartelle-Aggiungi-Cartella-su-Disco-Esterno

Tuttavia, ho lasciato la cartella “Da Visionare” – in precedenza contenuta insieme alla Libreria fotografica – sul disco interno del Mac, qui salvo in prima battuta tutte le foto appena importate da scheda di memoria. Solo in seguito sposto le foto all’interno della partizione Photographs, nella cartella specifica sulla base dell’anno corrente. Con questo, durante tutto il periodo di lavorazione delle foto posso comunque contare su di una seconda copia di backup della cartella “Da Visionare” contenente le foto attraverso Time Machine (N.d.r.)

Lightroom-Trasferire-foto-su-Disco-Esterno

Creare (sempre) una seconda copia di backup delle foto

A questo punto con tutte le foto archiviate su disco esterno c’è però la necessità di disporre di una seconda copia delle foto. Viceversa, in caso di malfunzionamento del disco esterno, in assenza di una copia di sicurezza, non avrai più la possibilità di recuperare le tue foto: è buon abitudine disporre sempre di almeno due copie delle foto (e idealmente di una terza in separata sede.)

Lightroom, esegue il salvataggio del catalogo e delle modifiche a esso. Tuttavia, Lightroom non crea nessuna copia di backup delle foto quest’operazione dev’essere eseguita manualmente.

Io eseguo un Backup del catalogo ogni volta che esco da Adobe Lightroom.

Lightroom-Backup-Catalogo

Come sopra citato, viene effettuato il backup esclusivamente del file del catalogo e non delle singole foto presenti in esso come riferimenti. Per tanto esegui sempre e regolarmente una seconda copia di backup delle foto contenute su disco esterno.

Ricorda. Backup, Backup, Backup!

Il mio workflow con Lightroom: organizzazione delle foto

Organizzare le foto all’interno del Catalogo di Lightroom rappresenta inequivocabilmente l’aspetto più personale.

Ovviamente, ognuno di noi è portato a sperimentare modi differenti di organizzare le foto. Io ho prediletto la semplicità sfruttando l’organizzazione “logica” basata su metadati.

I metadati, infatti consentono di semplificare il nostro flusso di lavoro e di organizzare i file. Lightroom mette a disposizione strumenti per gestire, identificare e organizzare le foto.

Da visionare

Uno degli elementi rimasti invariati nel modo di organizzare le foto in Adobe Lightroom sperimentato, e mia abitudine in precedenza in Apple Aperture, consiste nel salvare in prima battuta le foto appena importate dalla scheda di memoria in una cartella denominata “Da Visionare”

Archiviazione-delle-foto-My-Adobe-Lightroom-Workflow

Con questo, solo al termine della lavorazione delle foto: selezione, assegnazione delle parole chiave (ed eventuali etichette) e sviluppo del RAW. Trasferisco poi effettivamente le foto all’interno della cartella specifica, denominata sulla base dell’anno corrente es. 2013, all’interno del disco esterno per l’archiviazione.

Un modo semplice e pratico per non lasciare niente al caso (N.d.r.)

Raccolte e set di raccolte

Le raccolte consentono di raggruppare le foto in un’unica posizione per una visualizzazione più rapida, e per eseguire diversi tipi di attività sulle foto. Una raccolta è una serie di foto scelte da raggruppare: come ad esempio una serie di foto preferite, oppure, foto da inviare a Stampa o da inserire in un Libro. E’ possibile creare un numero illimitato di raccolte.

Un set di raccolte è invece un contenitore che include una o più raccolte. L’uso di set di raccolte offre flessibilità nell’organizzazione e nella gestione delle foto.

Una volta create, le raccolte sono elencate nel pannello Raccolte di ciascun Modulo.

Lightroom-Set-di-Raccolte

Quando rimuovi una foto da una raccolta tale foto non viene rimossa dal catalogo, né tanto meno inviata al Cestino. Inoltre, una stessa foto può far parte di più Raccolte.

Raccolte dinamiche

Le raccolte dinamiche sono raccolte che si basano su regole definite dall’utente. Ad esempio, puoi creare una raccolta dinamica di tutte le foto con una valutazione di cinque stelle, oppure, contrassegnate da un’etichetta di colore rosso. Le foto che rispondono a tali criteri vengono aggiunte automaticamente alla raccolta dinamica, tuttavia, non puoi aggiungere o rimuovere manualmente le foto da un raccolta dinamica.

Il set di raccolte “Portfolio” è in pratica un contenitore di raccolte dinamiche: raccolgono le foto all’interno del Catalogo che soddisfano determinati criteri di ricerca. Le foto sono poi organizzate sulla base del genere, attribuito attraverso una parola chiave, e del punteggio, assegnato invece sulla base del mio gusto personale.

Infatti, la cartella “Portfolio” deve contenere esclusivamente gli scatti migliori!

Lightroom-Raccolte-e-set-di-Raccolte

Raccolta rapida

La funzione raccolta rapida consente di unire un gruppo temporaneo di foto da usare in un modulo. La Raccolta rapida è visibile nell’area Provino o nella vista Griglia e può essere convertita in una raccolta permanente. Diversamente dalle raccolte o raccolte dinamiche, il Catalogo può però contenere una sola raccolta rapida alla volta.

Aggiungi o rimuovi una foto alla raccolta rapida del Catalogo premendo il tasto B. In alternativa, fare clic sul cerchio nell’angolo in alto a destra nella miniatura della foto.

Lightroom-Raccolta-rapida

Ultimo Aggiornamento 30 giugno 2013