Corso di Fotografia – 02 – Prima Reflex, Come Uscire Dalla Spirale Dei Modi Scena

Modi-scenaQuando ho acquistato la prima fotocamera Reflex nel lontano 2009, ricordo ancora una Nikon D3000, anche io come te ho cominciato a muovere i primi passi in fotografia con i Modi scena.

Il motivo?

Vedere sulla ghiera di selezione modo i Modi scena (o SCENE) in qualche modo mi rassicurò, provenivo da una fotocamera compatta.

È per questo motivo, che i Modi scena sono da sempre presenti su fotocamere Reflex di fascia economica.

Non sai ancora gestire autonomamente i parametri di scatto, pulsanti e ghiere di comando ti spaventano.

Modi scena

I Modi scena consentono in pratica di iniziare a fotografare senza la necessità di conoscere le nozioni di base della fotografia.

Inizialmente, non c’è niente di male a usare i Modi scena (o SCENE).

Con questo, tu hai acquistato la tua prima fotocamera Reflex e non vuoi certo utilizzarla come una fotocamera compatta.

Come uscire dalla spirale dei Modi scena?

Voglio darti una mano ma per farlo devo prima spiegarti in che modo funzionano i Modi scena.

Modi-SCENE-NikonD7100-NikonD7000Quando si seleziona un modo scena, la fotocamera ottimizza in automatico le impostazioni di scatto in base alla scena selezionata:

1) Ritratto
2) Paesaggio
3) Bambini
4) Sport
5) Macro
6) Ritratto notturno

Ultimamente poi hanno iniziato a inserire ulteriori modi SCENE particolarmente “creativi” come Ritratto animali domestici

Nel modo scena Ritratto la fotocamera imposta il diaframma più aperto dell’obbiettivo per isolare il soggetto dallo sfondo.

Viceversa, nel modo scena Paesaggio seleziona il diaframma più chiuso per avere la maggiore profondità di campo.

Il modo scena Sport invece sfrutta il diaframma più aperto per ottenere un tempo di scatto rapido e fermare il movimento del soggetto.

Aspetta un attimo!

In entrambi i casi la fotocamera è sempre intervenuta sull’apertura di diaframma dell’obbiettivo.

Non sarebbe stato più semplice usare la Priorità di diaframma (A) e, variare il diaframma in base all’effetto desiderato, piuttosto che variare ogni volta il modo scena?

Selezionare il diaframma più aperto o il diaframma più chiuso dell’obbiettivo non sempre rappresenta la scelta migliore.

Scattare una foto di paesaggio a f/22 è deleterio perché si va incontro alla diffrazione della lente, con notevole perdita di dettaglio nell’immagine,e  in genere per foto di paesaggio è preferibile scegliere un diaframma compreso tra f/8 e f/11.

Inoltre, c’è un’enorme differenza in termini di profondità di campo tra usare un diaframma f/2.8 o f/5.6 in un ritratto.

Per tanto è preferibile selezionare il diaframma dell’obbiettivo in base alla scena da riprendere, oppure in base all’effetto desiderato, anziché lasciare alla fotocamera il compito di impostarlo automaticamente.

Bene, un primo passo è stato fatto.

Pensavi fosse più difficile uscire dai modi scena?😉

Hey! Hey! Che cosa hai da dire?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...