Nikon D800: prime impressioni

Premessa. Le caratteristiche e le specifiche della Nikon D800 sono facilmente reperibili e, se interessato a Nikon D800 probabilmente ne sarai già a conoscenza. In quest’articolo per tanto raccoglierò le impressioni iniziali risultate nei primi giorni a contatto con Nikon D800.

Al momento ho scattato oltre 900 foto in situazioni di più comune utilizzo: dal ritratto alla foto in interni con ausilio di un flash esterno, dalla macro fotografia fino alla sportiva.

Sfortunatamente per una recensione completa, e valutare ad esempio come si comporta nella fotografia di paesaggio, dovrai pazientare ancora qualche giorno: sono infatti in attesa del AF-S 16-35mm f/4 G ED VR che diventerà il mio nuovo compagno di albe e tramonti.

Provenendo da Nikon D7000 era scontato fare un paragone. Tuttavia, Nikon D7000 e Nikon D800 sono due Reflex completamente distinte, con due caratteri differenti, e per quindi minimamente paragonabili sotto ogni aspetto. Sarò sincero: la Nikon D800 vince a mani basse.

Maggiore ergonomia

Un piacere da impugnare e utilizzare, costruzione e attenzione dei particolari si fanno apprezzare. La forma dell’impugnatura consente di sostenere la Nikon D800 in modo stabile e con il massimo confort, garantendo una presa salda e sicura. La disposizione dei comandi condivide la stessa coerenza logica delle precedenti D-SLR Nikon professionali, tuttavia, con ulteriori miglioramenti: si veda ad esempio il nuovo pulsante del modo AF (ereditato da Nikon D7000) adottato ora anche sull’ammiraglia Nikon D4.

Nikon-D800-Retro

Comodo il selettore di misurazione a portata di mano (Spot, Matrix e Ponderata centrale) e, per un uso in fotografia naturalistica o sportiva, il disporre di un pulsante AF-ON dedicato.

Curiosità. La Nikon D800 consente di passare velocemente da ISO manuale a ISO Auto, con la sola pressione del pulsante ISO (sensibilità ISO) e agendo sulla ghiera anteriore. La fotocamera imposta in automatico il tempo di posa minimo secondo la lunghezza focale dell’obbiettivo, all’occorrenza si possono configurare anche tempi più rapidi per ridurre la sfocatura quando si fotografano soggetti in movimento rapido (scelta “Più veloce”)

Un mirino ampio e luminoso appaga anche l’occhio più esigente. Avere tutte le informazioni a portata di mano è un valore aggiunto, in qualunque momento posso verificare le impostazioni di scatto: ad esempio come il modo di esposizione (P, S, A, M) Inoltre, l’oculare circolare (DK-17) risulta più confortevole per chi indossa un paio di occhiali a dispetto di quello comunemente fornito a corredo di altre D-SRL Nikon di forma rettangolare (DK-21)

Sarà una banalità, la vite del comando di regolazione diottrica funziona in modo similare a quella degli orologi: si estrae la vite, si regola e si inserisce nuovamente. Talvolta durante la pulizia di altre D-SRL Nikon possedute, infatti, era capitato d’incappare in questa vite.

Per un paesaggista, non può certo passare inosservata la presenza della leva scatto oculare. Quando scattate foto senza tenere l’occhio nel mirino, chiudete l’otturatore dell’oculare del mirino per evitare che la luce che penetra attraverso il mirino appaia nelle foto o interferisca con l’esposizione.

Infine, la cinghia in dotazione è diversa da quella fornita a corredo delle precedenti D-SRL Nikon possedute (a parte indicare il nome “Nikon D800”) non è rigida e, perché probabilmente costituita da materiale più elastico, anche con lenti di un certo calibro si prova minore affaticamento nella zona del collo: l’ho trova da subito molto più confortevole.

Eccezionale qualità delle immagini

L’aspetto che più si apprezza sin da subito nelle immagini restituite dalla Nikon D800, oltre ad una migliore resa e gestione del rumore ad alti ISO, è sicuramente la profondità di colore e il dettaglio fino che è in grado di catturare il sensore da 36MP. Con Nikon D800 ottengo dei RAW molto definiti già in fase di acquisizione, con solo Controllo Immagine Standard (SD) e senza alcuna modifica al RAW: un dettaglio impensabile almeno fino a Nikon D7000.

Nikon D800, AF-S 300mm f/4, f/4, 1/800s, 100 ISO

Ritratto-esempio-con-dettaglio-occhio

Un simile dettaglio allarga gli orizzonti anche della macro fotografia: offrendo la possibilità d’ingrandire piccoli particolari conservando ciononostante un elevato grado di dettaglio.

Nikon D800, AF-S 60mm f/2.8, f/22, 100 ISO

Macro-esempio-con-dettaglio-fragola

Affidabilità di assoluta eccellenza

Implementando l’ormai celebre sistema Nikon Advanced Multi-CAM 3500FX, con impostazioni di copertura a 9, 21 e 51 punti selezionabili o configurabili singolarmente non avevo dubbi: messa a fuoco precisa e accurata. Per collaudare la messa a fuoco ho scelto la fotografia sportiva: riflessi e tempismo possono far ottenere o perdere uno scatto importante. La fotografia sportiva è un genere fotografico che richiede una buona dose di rapidità e prontezza: un campo dove la Nikon D800 non ha deluso le aspettative.

Nikon D800, AF-S 300mm f/4, 1/500s, f/4, 100 ISO

Ciclismo-con-dettaglio-ciclista

Estrema facilità d’uso

Una particolarità che ho sempre apprezzato sulle D-SLR Nikon professionali è la possibilità di configurare il pulsante centrale multiselettore, affinché alla sua pressione (in modalità di riproduzione) ingrandisca l’immagine sul punto AF attivo. Avete presente quando dopo avere scattato un foto per valutare la messa a fuoco e il dettaglio, siete costretti a premere ripetutamente il pulsante d’ingrandimento? Bene, su Nikon D800 non è più necessario.

Un aspetto controverso della Nikon D7000, se bene ho trovato funzionare allo stesso modo anche sulle più recenti Nikon D7100 e Nikon D600, è il non poter variare il diaframma durante il modo Live View. Fortunatamente, su Nikon D800 quest’odiosa limitazione non è presente ed è invece possibile avere l’anteprima del diaframma senza essere obbligati ogni qual volta ad uscire ed entrare nuovamente dal modo Live View.

Ovviamente, le novità non finiscono qui. Il Live View della Nikon D800 permette anche la visione in tempo reale dell’esposimetro e dell’istogramma della scena ripresa. In modo Live View premere il pulsante “OK” per attivare la visualizzazione dell’esposimetro, mentre con il pulsante “Info” la visualizzazione dell’istogramma.

Dimenticavo. Se il vetro dell’oculare si sporca, basti sapere che è rimovibile. Si svita, si pulisce e tutto torna come nuovo. Unica accortezza, ricordate di chiudere la leva scatto oculare per evitare che particelle di polvere possano penetrare all’interno del corpo macchina.

Conclusioni

Un’ottima impressione. La Nikon D800 è una Reflex davvero entusiasmante che emoziona a ogni scatto, il paragone con la precedente Nikon D7000 è semplicemente improponibile.

A breve proseguirò questa recensione con un nuovo articolo in cui racconterò le impressioni sul campo. Se, nel frattempo hai qualche ulteriore curiosità o dubbio, lascia un commento e vedrò di accontentare la tua richiesta. A presto.

Nota: L’immagine a inizio articolo, e quella usata come intestazione, è tratta dal sito Nital.it e i legittimi proprietari ne detengono i diritti.

4 thoughts on “Nikon D800: prime impressioni

  1. Per quello che ho potuto constatare, da scatti postati da tanti possessori, posso dire che è la macchina che tutti aspettavamo, scatto! risultato ottimo! sensa PP, è quello che conta, il resto tanto meglio, con questa sfatiamo il sospetto che troppi Mpix peggiorino i risultati, questa volta Nikon ha fatto Bingo! accessoriata come un’ammiraglia, risoluzione maggiore, prezzo contenuto, direi.. perfetta.
    Complimenti per la macchina e blog, le tue esperienze sono oro colato per noi
    ciao e grazie.

  2. Osservando gli scatti ai ciclisti e relativi crop, è incredibile la nitidezza anche dei
    piccoli particolari, scritte ecc.. specie a 1/500 ma è ancora più incredibile perchè congelate con AF-S ? ma come cavolo hai fatto! se AF-S è cosi rapido su soggetti in movimento, la D800 è un cannone! io avrei impostato AF-C c’è qualcosa che mi sfugge Alessio? ciao

      1. Chiedo scusa! hai ragione, mi ero ingannato con l’AF-S dell’obiettivo, non avevo neanche provato ad aprire la foto per leggere gli exif, comunque è sempre un cannone, alle prossime.

Hey! Hey! Che cosa hai da dire?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...