Il mio workflow con Lightroom: importazione delle foto

Questo articolo potrebbe essere obsoleto in quanto inerente Photoshop Lightroom 4 ed è stato aggiornato da Il mio Workflow con Photoshop Lightroom 6/CC: Importazione delle Foto nel Catalogo.

Importare le foto nel catalogo di Lightroom rappresenta la prima azione da compiere per lavorare con le foto.

Oltre che da fotocamera e lettore di schede di memoria, in Lightroom è possibile importare le foto da una qualsiasi cartella su disco rigido, da un disco rigido esterno o da un altro dispositivo di memorizzazione.

In Lightroom, il catalogo tiene traccia della posizione dei file e conserva le relative informazioni. Un catalogo è molto simile a un database ma non contiene i file stessi delle foto.

Con Lightroom potete gestire, identificare e organizzare le foto con molta flessibilità.

La maggior parte delle persone preferisce tenere le foto in un solo catalogo, che può contenere migliaia di foto. Se preferite, potete però creare cataloghi separati per scopi diversi.

Importare le foto da un lettore di schede di memoria

Scenario tipico. Attraverso un lettore di schede di memoria si copiano le foto in una cartella su disco rigido (o disco rigido esterno), e si organizzano sulla base di un proprio criterio personale, le foto vengono poi aggiunte automaticamente al catalogo di Lightroom.

Una volta inserita la scheda di memoria, questa viene riconosciuta da Lightroom e si apre la finestra di dialogo di importazione.

Affinché Lightroom si avvii automaticamente quando viene collegata una fotocamera o un lettore di schede di memoria, scegliete:

Lightroom > Preferenze (Mac OS) o Modifica > Preferenze (Windows)

In Generali, nella sezione Opzioni di importazione, selezionate Mostra finestra di dialogo di importazione quando viene rilevata una scheda di memoria.

Di solito importo tutte le foto in prima battuta ed effettuo poi una scelta con maggiore attenzione solo nella successiva fase di selezione delle foto. Per praticità metto il segno di spunta all’opzione Espelli dopo l’importazione, in questo modo al termine dell’operazione la scheda di memoria viene espulsa in automatico.

Lightroom-Modulo-Importa-Sorgente-Scheda-di-Memoria

Mi limito a copiare le foto nel formato originale NEF (RAW Nikon) senza convertirle nel formato file DNG (Digital Negative.) Salvo in prima battuta le foto appena importate nella cartella “Da Visionare” sul disco interno del MacBook Pro.

Lightroom-Modulo-Importa-Copia-su-Disco-Rigido

Personalmente, ritengo che 1:1 rappresenti la scelta migliore come dimensione delle Anteprime: in particolare se dobbiamo gestire immagini ad alta risoluzione. Inoltre, se siamo soliti visionare le foto al 100% è preferibile selezionare 1:1 in quanto si generano anteprime a dimensione originale, queste occupando maggiore spazio su disco, tuttavia, non è necessario attendere lunghi caricamenti in caso di visualizzazione al 100% della foto.

Lightroom-Modulo-Importa-Gestione-File

Affinché Lightroom generi le anteprime sulla base della risoluzione dello schermo, scegliete:

Lightroom > Impostazioni catalogo (Mac OS) o Modifica > Impostazioni catalogo (Windows)

In Gestione file, alla voce Dimensione anteprima standard. Scegliete la dimensione adatta allo schermo in uso: selezionate una dimensione di anteprima standard uguale o maggiore rispetto al lato più lungo della risoluzione dello schermo. (Es. 1440 pixel)

Qualità anteprima Specifica l’aspetto delle anteprime. Le opzioni Bassa, Media e Alta sono simili alla gamma superiore della scala della qualità per i file JPEG. (Es. Media)

Elimina automaticamente anteprime 1:1 Specifica invece quando eliminare le anteprime 1:1 in base all’ultimo accesso all’anteprima. (Es. Dopo 30 giorni)

In genere una volta importate le foto formatto la scheda di memoria, tuttavia, se vi capita di importate delle foto e poi continuare a scattare altre foto sulla medesima scheda di memoria può essere utile selezionare l’opzione Non importare i possibili duplicati.

Lightroom-Modulo-Importa-Ridenominazione-File

Durante l’importazione, rinomino i file delle foto secondo una codifica data dalla successione di data di scatto, nome evento e numero progressivo a tre cifre.

Data (AAAA) Data (MM) Data (GG)_Testo personalizzato (Nome evento)_Numero sequenza 001 (Numero progressivo a tre cifre)

Inoltre al fine di risparmiare tempo in seguito assegno i Metadati direttamente in fase di importazione, includendo le mie informazioni di contatto.

Lightroom-Modulo-Importa-Metadati

Indico a Lightroom di salvare le foto in una sottocartella denominata sulla base del Nome evento all’interno della cartella “Da Visionare”

Lightroom-Modulo-Importa-Destinazione

Arrivati a questo punto non rimane che fare click sul pulsante Importa, in basso a destra nella finestra di dialogo di importazione, e attendere che le nostre foto vengano copiate dalla scheda di memoria al disco rigido e aggiunte al catalogo di Lightroom.

Importare le foto da una cartella su disco rigido

In questo scenario, le foto sono già state copiate in precedenza in una cartella su disco rigido (o disco rigido esterno), e organizzate sulla base di un proprio criterio personale, e si dovranno per tanto semplicemente aggiungere al catalogo di Lightroom senza spostarle.

Premendo il pulsante Importa… si apre la finestra di dialogo di importazione, mi limito esclusivamente ad aggiungere le foto al catalogo.

Lightroom-Modulo-Importa-Sorgente-Cartella-su-Disco-Rigido

Lightroom, dal momento che suppone le foto siano già state precedentemente organizzate e denominate sulla base di criteri personali, in fase di importazione consente di impostare solo Anteprime e Metadati. Ovviamente, le informazioni relative alle foto potranno essere modificate anche a posteriori a seguito dell’importazione in Lightroom.

Salvare il flusso di importazione come predefinito

Lightroom consente di salvare il flusso di importazione delle foto appena creato come predefinito, per farlo selezionate: Salva le impostazioni correnti come nuovo predefinito in...

Lightroom-Modulo-Importa-Salva-Predefinito

Per registrare i predefiniti utente in una cartella con il catalogo, scegliete:

Lightroom > Preferenze (Mac OS) o Modifica > Preferenze (Windows)

In Predefiniti, nella sezione Percorso, selezionate Memorizza predefiniti con catalogo.

44 thoughts on “Il mio workflow con Lightroom: importazione delle foto

    1. Il formato file DNG promosso da Adobe mira in un futuro prossimo ad avere un unico formato di salvataggio dei dati RAW, un modo più che altro per ridurre anche il lavoro di aggiornamento dei prodotti Adobe ogni qualvolta esce una nuova fotocamera; mantenendo così sempre compatibili le nuove uscite con i prodotti Adobe senza particolare impegno.

      Un progetto ambizioso ma che Nikon continua a trascurare, se bene da un lato possa comprendere il suo “disinteresse” al fine di mantenere un legame tra NEF e View NX2/Capture NX2, infatti, le ultime uscite di Casa Nikon quali D800/D800e e D4 continuano a salvare nel formato file proprietario NEF.

      Il formato file DNG è invece indubbiamente utile per avere piena compatibilità su vecchi prodotti Adobe con fotocamere di recente produzione, oppure, con prodotti Adobe di recente rilascio con fotocamere di recente produzione per le quali non è ancora stato rilasciato un aggiornamento di compatibilità.

      Al momento non mi fido ad abbandonare il formato file originale, se bene file proprietario, e salvare le informazioni dentro ad un file DNG verso cui per adesso non vedo grande interesse da parte di Nikon.

      Ovviamente, a seguito del passaggio a LR4 ho iniziato a documentarmi sul formato file DNG che a detta di Adobe dovrebbe garantire massima corrispondenza senza la minima perdita di informazioni. Mi chiedo perché allora lasciare la possibilità di incorporare nel file DNG anche il file RAW originale?

      Credo inizierò a convertire nel formato DNG quando Nikon inizierà a salvare in tale formato direttamente da fotocamera, segno che il formato DNG è stato accettato e riconosciuto come formato di salvataggio degli anni a venire.

      Attualmente nessuno può garantire che il formato file DNG avrà un futuro, a parte la convinzione di Adobe.

  1. Grazie per il tutorial. Volevo chiederti, cosa ti ha convinto a usare lightroom 4 a dispetto di aperture? e comunuque perchè preferisci l’uno all’altro? grazie ancora

    1. Le motivazioni del mio passaggio da Apple Aperture 3 a Adobe Lightroom 4 sono diverse, le principali:

      1) Correzione lente: distorsione, aberrazione cromatica (con correzione margine quando si usa a TA un obbiettivo luminoso) e vignettatura. Lightroom 4 ha un database in costante aggiornamento che include la quasi totalità degli obbiettivi di tutte le principali Marche attualmente sul Mercato. In più include strumenti per la correzione prospettica, funzione molto utile quando si usano focali grandangolari

      2) Nitidezza e Riduzione disturbo

      3) Filtro graduato (indispensabile nelle foto di paesaggio)

      4) Recupero alte luci e ombre (consente di sfruttare a pieno la gamma dinamica del sensore)

      5) Nitidezza di output

      6) Integrazione con Photoshop

      A livello di gestione delle foto, le “Raccolte dinamiche” di Lightroom consentono di effettuare ricerche sulla base di criteri personalizzati al pari degli “Album intelligenti” di Aperture. Se bene alcuni degli “Album intelligenti” che avevo creato a suo tempo in Aperture con Lightroom non siano più necessari, infatti, Lightroom consente già di filtrare il contenuto della Libreria attraverso ricerche automatizzate (Testo, Attributo e Metadati.)

      La gestione dei file delle foto attraverso il catalogo di Lightroom risulta più facile e immediata a dispetto della libreria di Aperture.

      1. Ciao. Grazie per la pazienza che hai per spiegare in modo dettagliato gli argomenti. Credi di continuare a fare tutorial a riguardo di lightroom4? Ad esempio come fare a scambiarsi due cataloghi con due mac? Io uso un imac e un macbook, e mi piacerebbe avere gli stessi cataloghi sincronizzati. Si può? Grazie michele

        1. Certo. Nei prossimi mesi saranno pubblicati altri articoli sull’argomento, abbiamo appena iniziato a parlare di Adobe Lightroom.

          Diamo tempo al tempo.

          In effetti non avevo preso in considerazione questo aspetto, è uno spunto interessante per un prossimo articolo su Adobe Lightroom.

          Grazie del suggerimento.

          Come usi Lightroom su iMac e Macbook? Usi Lightroom prevalentemente su iMac o su Macbook?

          Una soluzione pratica potrebbe essere quella di usare l’iMac come postazione di lavoro principale (scenario ideale) e il Macbook come postazione “mobile” per importare e archiviare le foto sul posto, sincronizzando poi le modifiche apportate alle foto una volta tornato a casa. In pratica si tratta di esportare come catalogo a partire dal Macbook e importare il catalogo creato all’interno del catalogo principale su iMac.

          Per trasferire il catalogo a seconda delle dimensioni potresti usare una memoria USB o un disco rigido esterno.

  2. Ciao Alessio,
    qual’è la modalità più efficiente per organizzare la foto in lightroom?
    Mi spiego meglio.
    Mettiamo che volessi organizzare le foto in “cartelle” per esempio viaggio lisbona , viaggio parigi, viaggio amsterdam.
    E’ meglio creare 3 cataloghi o sempre nello stesso catalogo creare 3 raccolte con i 3 viaggi?

    1. Salve Damiano, benvenuto!

      Non credo esista un modo efficiente valido per tutti ognuno organizza le foto in base a criteri personali.

      Meglio comunque avere un unico catalogo dove archiviare tutte le foto di viaggi.

  3. ciao alessio,

    mi chiamo gianfranco anche io ho una nikon e a poco un macbook. ho letto con interesse questo articolo e ti vorrei fare una domanda da principiante. io pensavo di scaricare le foto con nikon transfer (come ho sempre fatto con windows) e poi aggiungerle a lightroom perchè in questo modo posso eventualmente cancellare quelle brutte e quindi portare nei cataloghi solo quelle da tenere. diversamente con il tuo sistema devo cancellarle sia dalla cartella di destinazione che da lightroom. e’ corretto o ci sono sistemi diversi.
    grazie e ciao

    1. Salve Gianfranco, benvenuto!

      Quello che non comprendo è il perché intenda usare Nikon Transfer per operare una selezione che potrebbe essere già eseguita direttamente in Lightroom in fase di importazione delle foto.

      1. Tu intendi le visualizzo, cancello quelle che non mi interessano e poi importo? Effettivamente accorcio i tempi. Come ti ho detto sono un principiante e quindi devo capire ancora come ottimizzare i flussi.
        Grazie

          1. Grazie e complimenti per il tuo sito che frequenterò spesso perchè ad una prima occhiata è veramente molto interessante. Grazie per la tua disponibilità. A presto.

  4. Ciao,

    sai se acquistando LR 4 versione UK, possa poi mettere l’Italiano?

    Altra domandina, sempre sulle logiche di catalogazione.
    Tu giustamente dici che non c’è una regola generale, e sono daccordo, ma un consiglio te lo chiedo lo stesso🙂
    Considera i Viaggi… io nei viaggi, per esempio, oltre a foto prettamente paesaggistiche, culturali, ci sono anche foto con persone…
    Se Faccio album con i Viaggi, poi le persone che stanno in quei viaggi, posso solo trovarle se metto dei Tag (comoda la funzione di picasa di riconoscimento volti🙂 )

    Va bene così o c’è qualche metodo migliore?

    Ultima domanda: mi preparo 4-5 tag … poi posso mettere gli stessi su piu foto, ma non tutte, di una stessa cartella solamente selezionandole?

    Grazie
    Ale

    1. Credo di sì, nelle “Preferenze” sotto “Generali” c’è la voce “Lingua” dove è possibile selezionare tra le diverse lingue disponibili.

      Sì, deve usare dei TAG Lightroom non prevede una funzione di riconoscimento volti. In alternativa, potrebbe aggiungere un “Titolo” alla foto così da fornire una descrizione della stessa e, in seguito effettuare una ricerca per “Testo”

      Certamente, può assegnare TAG a tutte le foto o solamente a una, oppure, ad una selezione.

  5. Ciao alessio e davvero complimenti…sei molto utile.
    Io ho una cartella sul mio hd che ho chiamato “TO do raw” organizzata in sottocartelle con questo metodo aaaa_mm_gg @ luogo – evento – genere.
    Mi trovo abbastanza bene come organizzazione dei file.
    Ti chiedo, avvicinandomi a lightroom di cui mi piace l’utilizzo, come devo importare queste foto. Secondo me come “aggiungi”…
    Ancora: se ho ben capito adesso che importero’ dalla memory card dovrò farlo in modalità “copia”…giusto? Ma così mi salverà automaticamente le nuove foto sia nella cartella di Lr che nella cartella madre “TO do raw” posta nel mio hd, vero?
    Di fondo penso di non avere capito molto bene la differenza tra copia – sposta – aggiungi e quando vanno utilizzate queste funzioni.
    Ti sarei molto grato per una tua sempre puntuale delucidazione.
    Grazie
    Roberto bisanti

    1. Salve Roberto, Benvenuto!

      Personalmente, lo trovo un modo “antiquato” di organizzare le foto. Lightroom sfrutta un’organizzazione logica basata su Metadati.

      Se vuole mantenere le foto nel percorso originale, e lasciare inalterata l’organizzazione in cartelle, deve usare il comando “Aggiungi”

      Viceversa, in caso di importazione da scheda di memoria è consigliabile usare il comando “Copia”

      Se, durante il trasferimento qualcosa va storto, infatti avrà ancora gli originali su scheda di memoria.

      Ad ogni modo, in fase di importazione, si deve indicare un percorso di destinazione per il salvataggio delle foto.

      Infine, il comando “Sposta” va usato quando si intende spostare fisicamente cartelle e file: come ad esempio quando si trasferiscono delle foto su disco esterno senza perdere il riferimento ai file originali nel Catalogo.

  6. Ciao Alessio
    Da una settimana sto cercando di organizzarmi con il mio nuovo mac. In precedenza utilizzavo un PC con viewNX e Capture NX2 (come facevi l’anno scorso anche tu, da quanto ho capito…).
    Sto quindi passando a Lightroom 5 e reimportando tutti i NEF già modificati in passato con CNX2.
    Quello che mi preoccupa è che LR non “recepisce” le modifiche fatte con CNX2 e salvate nel NEF. Mi toccherà rimodificare tutti i NEF ?!
    C’è un modo, durante l’importazione, di acquisire le modifiche fatte sul NEF ?
    Avrei poi un’altro consiglio da chiederti (questa volta di tipo “procedurale”).
    Nel PC il mio workflow era più o meno: viewNX per selezionare le foto in NEF -> Capture NX per qualche modifica -> esportare in JPG max risoluzione e qualità -> visualizzazione con Acdsee
    Adesso con LR tutto Ok per importare e selezionare e modificare. Per la visualizzazione a schermo intero invece LR impiega qualche secondo a visualizzare i NEF e questo è fastidioso. Per il momento allora esporto le foto in JPG e le importo con iphoto per una successiva visualizzazione.
    Ti sembra però macchinoso. Tu come ti comporti per la visualizzazione ?
    Tongiu

    1. Salve Antongiulio, Benvenuto!

      In realtà è da molto più tempo che non uso più View NX2 e Capture NX2 perché con Adobe Lightroom riesco a fare tutto e molto meglio.

      Il problema dei programmi Nikon è che sono proprietari quindi il codice sorgente non è aperto, e quindi nessun altro programma è in grado di interpretare le modifiche apportate al NEF (RAW Nikon.)

      Senza contare che un NEF modificato in Capture NX2 diventa non più modificabile in View NX2, e con questo ho detto tutto…

      Con questo, se apre un NEF in Adobe Lightroom questi apre il vero RAW, e non le modifiche allo stesso che View NX2 e Capture NX2 apportavano sulla base del Controllo Immagine. Sì in pratica deve nuovamente lavorare il NEF, ma è veramente necessario?

      Provi ad usare i Profili “Nikon” di Adobe Lightroom li trova nel Pannello “Calibrazione fotocamera” sono suddivisi per nome: Camera Landscape, Camera Neutral, Camera Portrait, Camera Standard, Camera Vivid.

      Il principio di applicazione è lo stesso dei Controlli Immagine, ovvero uno sviluppo “rapido” del NEF.

      La visualizzazione a pieno schermo risente della dimensione delle Anteprime, si assicuri prima di avere impostato correttamente la dimensione delle stesse sulla base della risoluzione dello schermo del suo Mac.

      Personalmente, visualizzo le foto in Adobe Lightroom.

      1. Ma le visualizzi premendo F e andando avanti con le frecce ?
        Ho modificato in “impostazione catalogo” la “dimensione anteprima standard” in 2880 px con qualità “alta” ma la velocità di visualizzazione non è migliorata…

        1. Al momento uso Adobe Lightroom 4, e visualizzo nel modo “Schermo intero e senza pannelli”. Esatto, scorro le foto con le frecce direzionali ma lo scorrimento è fluido.

          Per caso usa Adobe Lightroom 5? Ho scaricato la demo, e trovo sia ancora piuttosto lento rispetto alla versione precedente.

          1. Si, infatti. Uso LR5. Scorrendo le foto a schermo intero talvolta si vedono le foto sfocate con l’indicazione “caricamento in corso” salvo,poi definirsi nell’arco di qualche secondo.

  7. Ciao Alessio, avrei una domanda “extra” su Lightroom 4. Se il file originale dell’immagine viene perduto ma ho l’anteprima è possibile recuperare un file jpg (o con altra estensione) solo dell’anteprima? Grazie mille!

    1. Salve dot, piacere di conoscerti!

      Non comprendo la domanda. Se cancello una foto dal catalogo di Lightroom 4 elimino automaticamente anche la sua anteprima.

      Non c’è modo di recuperare un file JPEG dello scatto originale perché non sarà più presente nemmeno la sua anteprima. Mi spiego?

      Intendi forse recuperare un file JPEG da un’anteprima di una foto eliminata manualmente anziché dal catalogo di Lightroom?

      Se sì, in questa circostanza le cose si complicano ho trovato questa soluzione sul sito di Adobe vedi se ti può essere di aiuto.

      Lightroom Help / Extract previews

      1. Grazie mille per la celerità Alessio!
        Mi sono spiegata male, adesso cerco di descrivere meglio la situazione: il disco si è rotto proprio durante l’importazione delle foto su Lightoroom 4. Quindi ho sovrascritto i file con l’opzione flaggata di “Non importare possibili duplicati”. Ora mi ritrovo un’anteprima dell’immagine che non riesco però ad aprire perchè non trova l’immagine a cui è collegata (c’è stato un salto es. dall’immagine 010 all’immagine 085 non esiste il file originale ma solo l’anteprima – che vedo in dimensioni microscopiche!). Devo fare un printscreen per recuperare la miniatura dell’immagine o esiste una soluzione più clemente che magari mi fornisce un file a dimensioni stampabili? PS: la card è stata sovrascritta e provando con vari software di recupero dati non compaiono i file richiesti. Sigh.

        1. Sono più confuso di prima: le foto erano su disco esterno oppure su scheda di memoria?

          Prima dice che il disco si è rotto durante l’importazione e poi parla di una scheda di memoria che è stata cancellata.

          Stava importando delle foto da scheda di memoria direttamente su disco esterno quando quest’ultimo si è rotto, giusto?

          Se sì, non capisco però come abbiano potuto cancellarsi le foto a partire dalla scheda di memoria. Come consiglio di massima, le foto contenute nella scheda di memoria andrebbero sempre cancellate solo dopo averne fatto una seconda copia di backup.

          Il mio dubbio è che abbia indicato in fase d’importazione di “spostare” le foto dalla scheda di memoria, invece di “copiare” le stesse a partire dalla scheda di memoria. Scelta che avrebbe preservato le foto sulla scheda di memoria.

          L’unico modo è tentare di recuperare le foto con il software generalmente a corredo delle schede di memoria, ma se nemmeno questo ha funzionato allora non è più possibile recuperare le foto.

          L’opzione “Non importare possibili duplicati” si usa ad esempio quando importando le foto da una scheda di memoria e non sono state cancellate le foto precedentemente importate, al contrario si è continuato a scattare sulla stessa scheda di memoria, per evitare di importare foto già presenti nel catalogo si indica ad Adobe Lightroom di “Non importare possibili duplicati”; per dirla in breve evita di importare due volte la stessa foto.

          La dimensione delle Anteprime dipende dalle impostazioni scelte nelle Preferenze. Tuttavia, in assenza del file originale è impossibile generare delle nuove Anteprime di dimensioni maggiori.

          Non ci avevo pensato. Fare una schermata dell’anteprima potrebbe essere un’idea.

          1. Ho una gran confusione che non riesco nemmeno a spigarmi: pardon! Le foto erano state trasferite da scheda a disco. L’ultima parte del mio commento era per sottolineare che non c’è modo di recuperare i file originali perchè andati perduti. La soluzione che mi ha rivelato ha funzionato. Ma la risoluzione è praticamente inutilizzabile. Fare sempre un backup ed evitare di cancellare le foto dalla scheda prima di aver aperto e verificato TUTTi i file, ecco l’insegnamento di questo danno😉 Grazie ancora per la “dritta”, a presto!

  8. Ragazzi forse mi son perso qualcosa ma sono un principiante anche io. Il mio problema è questo. Importo le mie foto in una cartella esterna a LR. Le guardo, elimino le numerose sbagliate e poi vado a importarle su LR. Capita però che LR riesca a vedermi anche quelle già cancellate. Con una notevole perdita di tempo. Per la precisione mi fa vedere la foto cancellata dicendomi “impossibile trovare file”….e allora non farmelo vedere no???? Come faccio a non importarle???? Grazie mille e complimenti all’autore!!!

    1. Salve Roberto, piacere di conoscerti!

      Probabilmente le foto sono state cancellate dalla cartella sul disco e non a partire dall’interfaccia di Lightroom, è normale per cui che Lightroom non trovi il file perché per il programma le foto cancellate sono ancora presenti sul disco.

      Se il file è stato cancellato definitivamente dal disco a questo punto tanto vale eliminare semplicemente l’anteprima da Lightroom.

      Il catalogo di Lightroom tiene traccia esclusivamente della posizione dei file, non contiene il file stesso che invece rimane nella cartella di origine, se questi però viene cancellato o spostato manualmente di conseguenza è impossibile per Lightroom risalire al file originale.

  9. Chiedo solo una delucidazione:
    Se io ho già le foto suddivise in precedenza come da te descritto (ES: Cartella ‘Escursione’ e due sotto-cartelle ‘RAW’ e ‘JPG’ presenti nel server di rete per risparmiare spazio) e voglio importare in LR le foto presenti nella cartella RAW per poi salvarle in JPG, posso evitare che LR crei una copia fisica di ogni file nel computer? Ed evitare quindi due copie dello stesso file (nel pc e nel server)??
    Per farla breve, posso importare nel catalogo le foto ed avere solo una copia fisica nella cartella di sorgente?
    Grassssie!!

      1. Ciao, piacere mio e complimenti per il post! Grazie per la risposta ma.. allora come mai mi ritrovo nella cartella di LR delle sottocartelle (2013, 2014. .ecc) delle stesse dimensioni della cartella di origine? è come se venissero copiate/importate in LR pur rimanendo nella cartella di origine:/
        Cioè se io nell’importazione uso ‘Copia’ o ‘Aggiungi’ per poter avere tutte le foto in LR lui non crea solo le anteprime ma ‘duplica’ i file di origine.. o sbaglio?

        1. Se le foto risiedono su disco esterno non comprendo perché tu abbia scelto il comando “Copia” dal momento che nell’articolo è espressamente indicato di usare il comando “Aggiungi”.

          Il comando “Copia” si usa in fase di importazione delle foto da scheda di memoria.

          1. Infatti il mio ‘intoppo’ è proprio in quella fase lì.. quindi usando il comando ‘aggiungi’ non dovrei avere doppioni nell’hdd ma solamente un ‘collegamento’ verso la cartella di origine nel server giusto?
            Sbagliavo perchè leggendo l’articolo pensavo che il comando ‘aggiungi’ non faceva altro che aggiungere le foto ‘esterne’ alla libreria di LR.. quindi una doppia-copia

          2. No, come già sopra citato il Catalogo contiene esclusivamente le Anteprime JPEG.

            È impossibile aggiungere file nel Catalogo di Adobe Lightroom.

            Il catalogo tiene semplicemente traccia della posizione del file originale.

          3. Perfetto! Grazie mille delle delucidazioni!! Quindi teoricamente quando mi ritrovo un po’ troppi Gb nell’hdd anche se pulisco tutte le cartelle di anteprime che lui crea, il danno peggiore che potrei avere è che alla prossima riapertura dovrà ricrearle tutte..
            Grazie ancora!

          4. Le Anteprime non vanno eliminate sono il solo elemento di congiunzione con il file originale, se elimini un’anteprima da Lightroom elimini la foto dal Catalogo!

            Lightroom, è già predisposto per gestire al meglio le anteprime dei file meno recenti eliminando per esempio le Anteprime 1:1 dopo un determinato periodo di tempo, oppure, selezionare dimensione e qualità delle Anteprime stesse.

            Le Anteprime sono fondamentali, in particolare con un portatile perché permettono di visionare le foto anche quando il disco esterno non è collegato.

            Inoltre, con le Anteprime avanzate ora è persino possibile apportare modifiche al file originale anche quando non disponibile; sincronizzando poi le modifiche quando il disco esterno viene nuovamente collegato.

            Solo una raccomandazione. Una volta collegate al Catalogo gestisci sempre e soltanto da Lightroom le foto , non mettere mano fisicamente alle Cartelle, viceversa Lightroom non troverà il file originale restituendo un errore.

            Buona giornata.

  10. Ciao Alessio, da pochissimo sto cercando di approcciarmi a Lightroom (ho installata la versione 3.5 e prima di passare alle versioni più recenti vorrei capire se davvero Lightroom risponde davvero alle mie esigenze anche perchè non nascondo alcune difficoltà ad entrare nel “sistema”).
    Visto la chiarezza e la semplicità con cui sei riuscito a spiegare in poche righe il processo di importazione delle foto tramite LR mi permetto una domanda:

    copiando le foto da una scheda di memoria tramite LR si va contemporaneamente a creare una cartella (indipendente da LR?) dei file RAW o Jpeg a seconda della modalità di scatto sull’Hard Disk ed un’anteprima della stessa foto all’interno del Catalogo, giusto? La cartella di cui sopra dove verranno archiviati i RAW (o jpeg che siano) posso crearla e successivamente spostarla all’interno del mio hard disk dove meglio credo? In ogni caso quando andrò a lavorare su LR con l’anteprima questo pescherà sempre la foto originale ovunque essa sia nel mio pc?

    Perdona la domanda, sicuramente stupida. Ma finchè non capirò al 100% come vengono gestiti i files (originali e catalogo) non riuscirò a capire a fondo LR.

    Grazie in anticipo per la pazienza!!!

  11. Ciao Alessio, ti scrivo direttamente da qui:
    Un po’ dappertutto leggo che si dovrebbe convertire le foto scattate raw in formato DNG. In questoarticolo tu dici che carichi direttamente in LR le foto in formato raw. E’ un passaggio che non riesco a capire! Copio le foto dalla scheda di memoria direttamente sul lightroom e mi legge il formato RAW???
    Inoltre mi è capitata una cosa strana: ho programmato la mia nikon in modo tale da salvare nella slot 1 – raw e nella slot 2 jpg.. niente fare, entrambe le schede contenevano file in formato jpg, mi sfugge qualcosa???
    Ciao… e grazie!

    1. Lightroom non archivia i file RAW è solo un database che tiene traccia della posizione degli stessi, i file originali rimangono nella posizione di origine nella quale sono stati salvati in fase di importazione dalla scheda di memoria.

      Sicura di avere impostato il formato RAW+JPEG in fase di ripresa?

Hey! Hey! Che cosa hai da dire?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...