Il mio workflow con Aperture: organizzare gli scatti

Organizzare gli scatti all’interno della Libreria di Aperture rappresenta sicuramente l’aspetto più personale che caratterizza il mio workflow con Apple Aperture.

Ovviamente, ognuno di noi è portato a sperimentare modi differenti di organizzare gli scatti, tuttavia, la mia esperienza mi ha portato nel tempo a perfezionare anche questo aspetto.

Oggi, posso finalmente dire di avere trovato una soluzione efficiente per gestire al meglio la mia Libreria fotografica.

Attraverso gli strumenti forniti da Aperture è possibile gestire con estrema facilita Librerie di grandi dimensioni, effettuare ricerche personalizzate, e raggruppare gli scatti in base alle nostre esigenze.

Quando importiamo gli scatti all’interno di Aperture questi vengono assegnati ad un progetto (o project) attraverso il quale possiamo organizzare originali (o masters) e versioni (o versions.) Si possono creare infiniti progetti, la sola limitazione sarà rappresentata dallo spazio su disco. Ad esempio è possibile creare un progetto per ogni singola sessione di scatti, oppure, se abbiamo eseguito più scatti ad un medesimo soggetto, raggrupparli sotto un unico progetto.

Un album è un contenitore usato per raggruppare delle versioni. Un Album può essere creato sia a partire dalla Libreria di Aperture, oppure, a livello di un singolo progetto. Ad esempio, è possibile creare un album per consolidare gli scatti preferiti, o selezionati, a partire da uno o più progetti.

Le cartelle (o folders) servono invece ad organizzare progetti e album. Per esempio, è possibile importare degli scatti all’interno di un progetto, e successivamente posizionare lo stesso in una cartella separata in base a criteri personali di classificazione.

Uno degli strumenti di cui faccio largo uso in Aperture sono gli album intelligenti (o smart album), il principio di funzionamento è simile a quello degli album intelligenti di iTunes, e consentono in pratica temporaneamente o permanentemente di raggruppare gli scatti in base a criteri di ricerca personalizzati. Ogni volta che uno scatto soddisfa tali criteri di ricerca questo viene automaticamente aggiunto al suo interno, possono così essere creati infiniti album intelligenti la sola ed unica limitazione sarà rappresentata dalla nostra fantasia.

Come già spiegato nel precedente articolo relativo alla importazione degli scatti è mia abitudine, salvare in prima battuta gli scatti appena importati dalla scheda di memoria all’interno della Libreria in una cartella denominata “Visionare.

La cartella “Portfolio” in pratica è un contenitore di album intelligenti, che raccolgono gli scatti all’interno della Libreria che soddisfano determinati criteri di ricerca. Gli scatti vengono organizzati sulla base del genere, attribuito attraverso una parola chiave, e del punteggio, assegnato sulla base del mio gusto personale, in quanto la cartella “Portfolio” deve contenere solamente gli scatti migliori!😉

Solo al termine della fase dello sviluppo, e dopo avere assegnato un punteggio, e relative parole chiave, il progetto è finalmente pronto per essere spostato nella cartella specifica sulla base della tipologia di scatti contenuti al suo interno. Nella cartella “Amici&Famiglia” sono contenuti progetti relativi alla vita di tutti i giorni, quali: compleanni, feste, vacanze, cene, e molto altro. La cartella “Ritratti” contiene progetti dedicati a sessioni di ritratto, mentre nella cartella “Sport” sono archiviati progetti relativi ad eventi sportivi, quali: ciclismo su strada e rally.

La cartella “Progetti” contiene a sua volta ulteriori sotto-cartelle, suddivise sulla base della tematica affrontata, all’interno delle quali organizzo i miei progetti fotografici o sessioni di scatti sperimentali.

La cartella “Gestione” invece è la parte designata alla gestione della Libreria, e contiene una serie di cartelle e album intelligenti attraverso cui organizzo gli scatti sulla base di criteri, quali: macchina fotografica, obbiettivo e tipo di file.

All’interno della cartella “Gestione” sono inoltre presenti due ulteriori album intelligenti fondamentali nel mio workflow! Il primo si occupa di ricercare nella Libreria gli scatti sprovvisti di parole chiave, mentre il secondo quelli a cui non ho assegnato un punteggio. Quando per questioni di tempo accumulo diversi progetti arretrati da sviluppare, può accadere di dimenticare qualcosa ma fortunatamente in questo modo posso intervenire a correzione in un attimo🙂

Il progetto “Tethering” è invece un progetto vuoto che ri-creo dopo ogni sessione di scatti eseguiti in tethering. Tramite la funzione di tethering integrata in Aperture in pratica, previo collegamento tramite cavo USB della Reflex al portatile, si possono trasferire in tempo reale gli scatti dalla Reflex alla Libreria di Aperture. Personalmente trovo molto utile questa funzione in modo particolare nelle sessioni di still-life, tuttavia, molti fotografi utilizzano questa funzione anche durante sessioni di ritratto in studio (N.d.r.)

Resto a disposizione per eventuali ulteriori chiarimenti.

A presto…!

17 thoughts on “Il mio workflow con Aperture: organizzare gli scatti

  1. Ciao Alessio, ho un piccolo problema. In aperture 3 ho salvato i master in un hd esterno, successivamente ho creato una partizione ad hoc per le mie foto, ed ho spostato manualmente le cartelle dei master da una partizione all’altra con il copia ed incolla.
    Ora giustamente Aperture mi fa vedere solo le anteprime.
    Come posso farglieli “vedere” come originali nuovamente ad Aperture?
    Grazie in aticipo. Luca.

    1. Lo spostamento degli originali deve sempre essere effettuato a partire da Apple Aperture 3, e non spostando manualmente gli originali da una cartella all’altra del disco, viceversa, è comprensibile che Apple Aperture 3 non sia in grado di trovare il riferimento al file originale.

      Se in seguito avessi necessità di spostare nuovamente gli originali in altra destinazione, ricorda di usare il comando File>Relocate Master…

      Adesso però questo non è più possibile in quanto gli originali sono già stati spostati in altra destinazione, e si rende quindi necessario associare nuovamente gli originali alle anteprime contenute in Apple Aperture 3. Per fare questo è sufficiente usare il comando File>Locate Referenced Files… avendo però prima cura di selezionare tutte le anteprime che hanno perso il riferimento al file originale. Nella successiva finestra sarà necessario individuare manualmente sul disco almeno un riferimento ad un file originale, corrispondente ad una delle anteprime selezionate a partire dalla parte superiore della finestra, e poi selezionare la voce “Reconnect All”

  2. Ciao Alessio, stasera ho provato con più calma a riassociare i files dall’hd esterno ad Aperture, ma non sono riuscito. Ho seguito passo passo le tue indicazioni, ma quando arrivo ad applicare il comando “Reconnect All” lo trovo deselezionato, cioè non lo posso cliccare.
    Strano, la procedura l’ho capita bene, ho selezionato tutti i files che desidero ripristinare in Aperture, poi ho usato il comando File>Locate Referenced Files, ed ho cercato il riferimento sulla nuova partizione dove attualmente sono le foto. Nella colonna si aprono un serie di cartelle con in ognuna una singola foto.. ed il comando non è selezionabile.
    Spero di essermi riuscito a spiegare, Grazie comunque.

    ciao luca.

    1. ..segue sopra.

      Alessio sono finalmente riuscito, la cosa che sbagliavo era quella di non referenziare la solita foto. Erroneamente avevo capito che bisognasse assegnarla almeno una, ma non la solita. Una volta invece “referenziata” la stessa foto, è stato possibile selezionare il comando “Reconnect All”
      Grazie.

  3. Ciao Alessio, ho appena creato nella “library” sotto “projects & albums” alcune nuove cartelle per archiviare ampie categorie di foto. Ora ho cercato di spostare i miei progetti dentro le nuove cartelle, ma sembra non sia possibile. Ti risulta? Io provo a trascinare sopra il progetto con dentro le foto, ma la cartella non si apre e non acquisice le foto.
    Grazie mille. Luca

  4. ..si, mi sa che hai ragione. Anche se credo qualche volta Aperture “sbarelli”. Infatti si chiude inaspettatamente di tanto in tanto, oppure non mostra il contenuto degli smart album, mentre riavviando il programma, tornano ad essere visibili.
    Tra l’altro Alessio, non sono riuscito a creare smart album contenenti la divisione tra jpg e Raw. Anche andando sul filtro “Exif” non riesco a trovare tale parametro..

    Grazie. Ciao e buona Domenica.

  5. Io sono ancora a Mac OS X Snow Leopard potrebbe dipendere da Mac OS X Lion, verifica di avere sempre la versione più aggiornata di Apple Aperture 3 talvolta si tratta semplicemente di incompatibilità con OS X.

    Per quanto riguarda lo Smart Album invece guarda meglio perché esiste una regola specifica per cercare in base al Tipo di File😉

    Buona giornata.

  6. Si, probabilmente è OS X Lion che qualche problema lo da di per se.. Anche se con gli aggiornamenti relativi, si sono risolti molti bug.
    A presto. Ciao Luca.

    PS: ottimo articolo su Smart Album. Grazie

  7. Gentile Alessio, innanzi tutto complimenti per i tuoi articoli che trovi veramente ben fatti. Sono però in difficoltà: ho creato seguendo le tue indicazioni la cartella Visionare in cui svuoto la scheda di memoria lavorando successivamente sulle immagini . Vorrei poi portarle poi in un album che le raccolga in base al contenuto. Io le ho selezionate, ho creato un album e fin qui tutto bene. Il problema sorge quando cancello le versioni nell’album dentro alla cartella Visionare (vorrei liberare la cartella Visionare) perchè Aperture le cancella anche dall’album creato. Dove sbaglio? Grazie fin d’ora della risposta, Nicola Conte

    1. Salve Nicola, Benvenuto!

      Nel mio Articolo non ho scritto di spostare gli scatti all’interno di un Album bensì di trasferire il Progetto, una volta ultimato lo sviluppo degli scatti al suo interno, dalla Cartella “Visionare” all’interno di una delle Cartelle denominate sulla base della tipologia di contenuto. Attenzione a non confondere Album con Cartelle (o folders) hanno un colore simile ma servono a fini differenti.

      1. Grazie, ho capito. L’errore che facevo era di scaricare il contenuto della scheda di memoria interamente, senza distinguere tra progetti diversi. Mi pare di capire che è preferibile suddividerli già in fase di importazione. Adesso ci riprovo! Grazie della risposta!
        buona domenica, Nicola

        1. Organizzare gli scatti è una cosa personale, tuttavia, non ho detto di separare gli scatti in Progetti diversi direttamente in fase di importazione.

          La cosa migliore da fare piuttosto è creare all’interno del Progetto degli Album, nei quali raccogliere gli scatti in base al tema. Supponiamo di avere fatto una Vacanza di più giorni ed ogni giorno avere visitato una località diversa. A questo punto posso importare tutti gli scatti della vacanza all’interno di un singolo Progetto, denominato ad esempio “Vacanze in Toscana”, e creare poi al suo interno diversi Album dove raccogliere singolarmente gli scatti eseguiti in ognuna delle diverse città visitate della Toscana.

          Una volta sviluppati gli scatti però non devi spostare gli Album ma il Progetto, che contiene a sua volta gli Album successivamente creati, dalla Cartella “@Visionare” verso la Cartella di destinazione sulla base del Contenuto.

  8. Ciao, finalmente ho trovato un blog utile su Aperture! Inizio subito con una domanda: sto iniziando adesso ad organizzare tutte le mie foto con Aperture; le foto sono tantissime e di vario genere si spazia da quelle delle ferie, la famiglia, le feste e le foto di lavoro… saranno più di 40.000 foto (tra doppie, originali, ritocchi eccc…) secondo te è meglio fare una libreria unica e dentro creare tutti i progetti del caso o è meglio creare più librerie “tematiche” ? il mio dubbio è sulla velocità di Aperture quando le foto diventano così tante… Grazie mille, Alessandro

    1. Salve Alessandro, benvenuto!

      La cosa migliore secondo me è avere una sola ed unica Libreria in quanto Aperture non consente di effettuare ricerche su Librerie multiple. Al massimo creare due Librerie “Famiglia” e “Lavoro” per tenere separati gli scatti personali da quelli di lavoro.

Hey! Hey! Che cosa hai da dire?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...